Mary Cipolla e Teresa Armetta Intervengono sul tema

Sicilia , unni si mancia megghiu 2025

Mizzica .Avemu tantu di insignari e di tastari , cantannu cantannu .
Istituto di Istruzione Superiore Ugo Mursia”
Liceo Scientifico – Liceo Scienze Umane
Istituto Professionale di Stato per l’Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera :
La sicilianità nel cibo delle feste , nel dialetto, nell’arte popolare – dal titolo “ Masticando il siciliano tra
lingua e parlato.

“Canti, culti, cunti e pupi”

Cibo di strada in occasione del Festino

"Festino" poca preghiera e tanto cibo al grido di

"Santa Rosalia pria pi mia ca a mia mi siddia "

In occasione dei festeggiamenti in onore di Santa Rosalia culminati con il "festino " il 15 luglio la Citta si trasforma in un tripudio di luci, odori colori e abbuffate per strada :

BUFFETTIERI /BUFFET- SCELTA LIBERA SECONDO I GUSTI : IL CIBO AGLI UOMINI PER GLI UOMINI ... FORSE !
  • scacciu
  • babbaluci-stigghiola-frittula-pani ca meusa- mussu-sfinciuni-panelle -cazzilli-rascaturi-arancini-quagghi
  • puippu vugghiutu-saiddi a beccaficu-surra- frittura di paranza -
  • virdura mpastetta- pullanchelli
  • ficurigna- muluni
  • gelu di muluna-pizzuddu i gelato- bombetta
 

Abbanniari cuntu e cantu

-i carini àiu a piessica
-chè bbella piessica !PIÈSSICA DI CARINI!
-RRUOSSI NNIVuRİ i milinciani!!
-Bbelli i milinciani . VI faciti a caponatina chi milinciani.
-CHỈ viennu bbeLLI  I BBABBALUC!! cchiù Ruossi di CRASTUNA ¡È, BBALUCI 1
E PER DERIDERE CHI GUARDA E NON ACQUISTA :
-CHÈ bbieddu l'ammaru !
-A pprova sunnu sti muluni ...


U cantu du sfinciunaru

Lla tradizione della vendita  dello "sfincionello " palermitano è caratterizzata dell'abbanniata più ascoltata in assoluto , diffusa dai venditori ambulanti di sfinciuni.
E' in uso ancor oggi,  da quando fu incisa  la prima l'audiocassetta , in cui si ripete sempre uguale la voce di GIUSEPPE LATORRE detto PIPPINU U SFINCIUNARU :
" Chi specialità vieru di sfinciuni , càvuru e è bbello vieru,chi cciavuru! U culuri c'a taliari" 
( ed il popolo fa eco con : "Scarsu di conza e riccu i provulazzu"